Middle Löwenstein-Jensen

Middle Löwenstein-Jensen è un terreno di coltura solido utilizzato per la crescita di micobatteri, in particolare del Mycobacterium tuberculosis, il batterio responsabile della tubercolosi. Questo mezzo di coltura è stato sviluppato da Löwenstein e Jensen nel 1962, come una modifica del terreno di Löwenstein-Jensen originale. La sua composizione include uova di gallina, fegato bovino, proteine del latte, glicerolo e sali minerali. La sua capacità di permettere la crescita selettiva del Mycobacterium tuberculosis lo rende uno strumento prezioso nella diagnosi e nella ricerca della tubercolosi.

MGIT: tutto quello che devi sapere sulla tecnologia e l’innovazione

La tecnologia MGIT (Mycobacterial Growth Indicator Tube) è un metodo innovativo per la diagnosi della tubercolosi. Questa tecnologia ha sostituito il vecchio metodo di coltura su Löwenstein-Jensen, che richiedeva più tempo e non garantiva la stessa precisione.

La tecnologia MGIT è stata sviluppata negli anni ’90 dal National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID) degli Stati Uniti e consiste in un sistema automatizzato di rilevamento della crescita dei micobatteri. Questo sistema utilizza un mezzo di coltura liquido che contiene un sensore che rileva la produzione di anidride carbonica (CO2) da parte dei micobatteri durante la crescita.

Il mezzo di coltura liquido è contenuto in tubi sigillati, chiamati tubi MGIT, che vengono inoculati con campioni di espettorato o altri campioni biologici contenenti micobatteri. I tubi sono poi inseriti in un’apposita macchina MGIT che monitora costantemente la produzione di CO2 all’interno dei tubi. Se i micobatteri sono presenti nel campione, la loro crescita produce CO2 che viene rilevato dal sensore e registrato dalla macchina.

Il sistema MGIT consente di rilevare la presenza di micobatteri in tempi molto più brevi rispetto al metodo di Löwenstein-Jensen. Inoltre, il sistema è automatizzato e quindi richiede meno lavoro manuale da parte degli operatori sanitari.

Correlato:  Amilasi

Grazie alla sua precisione, rapidità e capacità di rilevare anche le forme di tubercolosi resistenti ai farmaci, il sistema MGIT sta diventando sempre più diffuso in tutto il mondo.